Magazine

IAG Life

Idee, novità e spunti dal mondo IAG

Consigli per preparare il pitch deck

  • 15 giugno 2018
  • Redazione
  • Consigli

IAG accetta volentieri pitch inviati tramite sito.

Se il vostro progetto rispetta i requisiti richiesti, inviateci il materiale per una prima valutazione compilando il form di candidatura. Uno dei riferimenti migliori per strutturare la propria presentazione, in pdf o powerpoint, è quello suggerito da Guy Kawasaki, in cui siano affrontati i seguenti aspetti:

  1. Problema/Opportunità.  Chiarite, anche con l’aiuto di dati, quale può essere lo spazio per la vostra innovazione e, soprattutto, perché ritenete che il mercato sia maturo per adottarla
  2. Value proposition. Se la vostra innovazione è “disruptive”, questa è la parte della presentazione in cui dimostrarlo. Spiegate quali sono i vantaggi di costo ottenibili dalla vostra innovazione, oppure i benefici per i clienti creati dalla tecnologia
  3. Tecnologia. Illustrate i vostri asset tecnologici: per esempio inserite un diagramma logico della vostra piattaforma tecnologica e non dimenticate un elenco sintetico dei vostri brevetti, una loro descrizione e uno status aggiornato (depositato, report esaminatore, concesso, ingresso nelle fasi nazionali etc)
  4. Business Model: In questa parte si descrive cosa si vende, come, a chi e per quanto.
  5. Go to market strategy: Chiarisce i passi da muovere per iniziare a vendere. Se prevedete di servire diversi segmenti della domanda, articolate la vostra strategia su ogni segmento, chiarendo quali sono le milestone rilevanti per implementare la strategia: per esempio, accordo con un partner distributivo, ottenimento di una licenza etc. Nel caso di progetti in ambito health care, che è un settore regolamentato, è qui che va inserita una “roadmap” del progetto, che chiarisca tempi e costi dei processi di certificazione e di validazione clinica del prodotto
  6. Metriche. Mostrate l’andamento degli indicatori rilevanti, come per esempio il numero di utenti, iscritti, transazioni etc, sotto forma di grafico
  7. Analisi dei concorrenti: riportate una mappatura dei concorrenti, confrontandoli con trasparenza rispetto alla vostra soluzione. Si possono usare delle matrici BCG a due dimensioni, oppure delle tabelle di benchmark.
  8. Team imprenditoriale: Indicate le figure chiave, inclusi cenni biografici ma anche advisor e investitori precedenti. Se operate in ambito medtech/life Science, indicate anche i Key Opinion Leader che supportano la vostra innovazione, se già ne avete.
  9. Proiezioni finanziarie: In queste slide vanno riassunti i risultati raggiunti e una sintesi del piano a 1-3 anni
  10. Fundraising e allocazione del finanziamento: Descrizione dell’operazione in corso, delle caratteristiche degli strumenti offerti (equity, convertibile etc) e dei tempi indicativi.

In generale, siate stringati, chiari ed efficaci nella comunicazione. Ricordate che “less is more”.

Qualora foste interessati presentare il vostro progetto, vi suggeriamo il seguente link e naturalmente non esitate a contattarci.